proposte per le scuole
proposte per agenzie e gruppi

Le nostre guide ti invitano a....
Prossima escursione
Prossima escursione
Museo dei Fossili di Ceriale
Alpi liguri Inverno
Alpi Liguri in Primavera
Alpi Liguri Autunno
Alpi Liguri Estate
Calendario escursioni Autunno
Escursione Successiva

Domenica 19 Novembre

Il Pin Monte Gerbonte

giro ad anello

Riproponiamo questo splendido giro in versione autunnale, per godere appieno dei magnifici colori che offre ora il
bosco e magari calpestare anche la prima neve della stagione.
Ritrovo nel parcheggio della stazione dei treni di Taggia-Arma, piano sotto, per organizzarci con le auto e
proseguire sino alla località Il Pin, ultima frazione di Triora lungo la strada che porta alla Bassa di Sanson, abitata
solo in periodo estivo e dove la strada diventa sterrata. Lasciate qui le auto partiremo a piedi, circa verso le 9:00,
scendendo per circa 200 m verso il rio Infernetto per attraversarlo e risalire sul versante opposto per andare ad
intercettare il sentiero Creppo-Gerbonte poco sotto le cosiddette “Porte di Gerbonte”, stretto passaggio in una
piccola zona rocciosa. Da qui si sale attraverso il bosco di Faggi per giungere sino alla Casa forestale posta di fronte
alla cima del monte a dominare un’ampia radura prativa dove sosteremo per il pranzo.
Per il ritorno percorreremo invece il sentiero detto “degli Alberi Monumentali” per la presenza di vecchissimi larici
presenti già prima del rimboschimento di inizio ‘900. Questo sentiero attraversa in piano l’immenso Bosco dei
Parvaglioni (antica parola per dire Farfalloni, forse per la presenza di numerose farfalle) che è certamente la zona
più selvaggia della Provincia di Imperia, caratterizzata dalla presenza di Larici e Abeti bianchi e da numerosi ruscelli
che lo attraversano. Il sentiero sbocca infine sulla strada di Sanson, da cui si ridiscende verso il Pin concludendo
l’anello.
Gerbonte era fino a inizi ‘900 un’area dedicata al pascolo, che però aveva perso importanza a causa della forte
diminuzione della pastorizia. Dal 1911 passò quindi ad essere di proprietà del Demanio Forestale e cominciarono i
rimboschimenti per la produzione di legname, finora mai sfruttato, che trasformarono l’ambiente in quello che
troviamo oggi.
Ci troviamo nel cuore selvaggio del Parco Alpi Liguri, nonché in Zona a Protezione Speciale e Sito di Interesse
Comunitario, in cui sono presenti habitat e specie di grande interesse conservazioni stico come il Lupo, il Camoscio,
il Picchio nero, il Fagiano di monte, la Civetta nana, l’Aquila reale, la Salamandra pezzata e recentemente anche
qualche esemplare di Cervo. Magari la neve ci permetterà di vedere le loro tracce.
RITROVO: ore 9:00 al Pin o ore 7,30 al parcheggio della stazione dei treni di Taggia-Arma. Chi avesse bisogno di un
passaggio partendo da altre zone contatti la guida.
DIFFICOLTA’: Escursionistica – Dislivello di 500 m – 10 km di lunghezza - DURATA: 7 ore circa + soste
Notizie logistiche: spostamento con i propri mezzi – pranzo al sacco e borraccia – scarponcini con una buona suola
– maglietta e giacca a vento
QUOTA: 10 Euro a persona – abb. 5 escursioni: 40 Euro – ragazzi gratis fino a 15 anni

 

Per informazioni tel alla guida Rudy Valfiorito 3482822329
Calendario delle visite e delle escursioni
< < < Torna alle proposte delle nostre guide < < <

Arcadia Cooperativa Sociale di Solidarietà - Sede Reg. Massaretti 29 - 17031 Bastia d'Albenga (SV)
Tel 0182 993 641 – 327 0824866 Fax 0182 198 0147 - www.arcadiacss.it - P. IVA 01379280090

Powered by Globula